ICSSP New Header 10
A+ A A-

GLI SPAZI DELLA SCUOLA

 

"Il linguaggio dello spazio è molto forte, condizionante in modo analogico. Il suo codice non sempre esplicito e riconoscibile, viene percepito ed interpretato dagli individui fin dalla più tenera età... Quello della scuola é un ambiente nel suo complesso empatico, cioè capace di cogliere ma anche di fornire senso al vissuto delle persone che lì abitano."

Carla Rinaldi

 

L'ingresso della scuola ha la funzione di accogliere e di presentare chi vive questo ambiente, infatti è qui che si trovano esposte le foto dei bambini che frequentano la scuola e di quelli che l'hanno frequentata. È in questo spazio che vengono esposte le comunicazioni per le famiglie. Nell'ingresso si trova anche uno spazio personale in cui ogni bambini può riporre la giacca e lo zainetto, sulle pareti si trova l'angolo della posta dove vengono trasmesse le comunicazioni scuola-famiglia.

Le sezioni sono strutturate in angoli, ognuno con una precisa valenza affettiva, relazionale ed educativa, questo spazio viene differenziato in angoli perché risponda ai vari bisogni di espressione del bambino, di manipolazione, di movimento, di relazione e di costruzione creativa.

La scuola dispone di una mensa in cui pranzano tutti i bambini delle tre sezioni e di una cucina in cui vengono preparati i cibi consumati dai bimbi e dal personale scolastico. Avere la cucina all'interno della scuola è una grande opportunità non solo per la qualità e la freschezza dei cibi, ma anche per l'esperienza sensoriale che ne deriva: i sapori, i profumi, gli odori che si diffondono negli spazi della scuola creano sensazione, emozioni e ne generano ricordi indelebili. L'olfatto comunica con la parte più antica del cervello, ad esso sono associate le emozioni più profonde e dirette; la percezione di un odore ha un forte potere evocativo che può ridestare immediatamente l'immagine e il ricordo di un ambiente.

Il bagno è comune a tutte e tre le sezioni, qui water e lavandini sono a misura di bambino. Ogni bambino ha uno spazio personale in cui riporre il proprio asciugamano. Questo luogo riveste una grande valenza educativa e di crescita emotiva, è qui che i bambini imparano ad essere autonomi nell'andare in bagno e ad eseguire operazioni complesse come il riordinarsi i vestiti, lavare le mani senza bagnare il grembiulino, aspettare il proprio turno,...

Il dormitorio è stato ricavato da due stanze comunicanti al piano superiore e vi sono presenti un numero di brandine sufficienti per i bambini di 3-4 anni che vanno a riposare al pomeriggio. Il momento del sonno, fisiologicamente importante per bimbi di questa età, permette al bambino di acquisire un buon livello di autonomia e di sicurezza.

La scuola dispone di un laboratorio polifunzionale (audiovisivo e creativo) in cui vengono utilizzate apparecchiature multimediali e svolte attività manipolative, pittoriche e laboratoriali a piccolo gruppo. Questo é un luogo che offre molteplici possibilità espressive che permettono ai bambini di esplorare, ricercare, creare, sperimentare, esprimere potenzialità, competenze e curiosità.

Il salone viene utilizzato per l’educazione motoria e per momenti di attività comuni a tutti i bambini della scuola, é quindi un luogo capace di molteplici e interessanti incontri. In questo spazio é stata allestita la biblioteca della scuola, base di partenza e arrivo per viaggi fantastici; inoltre viene effettuato il prestito settimanale dei testi.

Il giardino è un grande spazio recintato, che circonda la scuola, attrezzato con diversi giochi. Qui i bambini possono rafforzare le relazioni, sperimentare giochi motori, esplorare e scoprire in modo spontaneo la natura.

La sala insegnanti é stata allestita nello spazio laterale all’ingresso della scuola. E’ utilizzata dalle insegnanti come segreteria e aula riunioni.

All'interno della scuola ogni bambino ha spazi personali individuabili attraverso contrassegni, qui possono essere riposti: la giacca, il cambio, la salvietta, il tovagliolo e anche oggetti di grande valore affettivo.

 

La scuola diviene educativamente vissuta quando spazi e arredi non vengono lasciati alla casualità e all’improvvisazione ma sono predisposti al fine di facilitare l’incontro di ogni bambino con le persone, gli oggetti e l’ambiente.

"Il contesto, definito e determinato dalle relazioni e interazioni con gli altri e quindi anche degli spazi, arredi, colori, luci, rumori, determina la possibilità e le qualità dei processi di autoapprendimento che ciascuno sceglie di produrre in quel contesto e grazie a quel contesto." 

Michele Zini

 

LA GIORNATA SCOLASTICA

Ore 8.00/9.00 Ingresso alunni
Ore 9.00/9.30 I bambini giocano negli angoli della sezione
Ore 9.30/10.00 Circle time e merenda con frutta
Ore 10.00/11.00 Attività didattica
Ore 11.00/11.30 Preparazione al pranzo
Ore 11.30/12.30 Pranzo
Ore 12.30/13.00 Prima uscita
Ore 13.00/15.00 Questo tempo per i bambini di 3 e 4 anni è dedicato al riposo, mentre i bimbi di 5 anni svolgono attività di potenziamento dei prerequisiti agli apprendimenti di letto-scrittura e logico-matematica.
Ore 15.00/15.30 Merenda
Ore 15.30/16.00 Seconda uscita